Lo stile siciliano, dopo il mondo della moda, conquista anche quello dell’interior décor.

Uno stile che grazie all’utilizzo di colori luminosi, di materiali naturali e delle ceramiche tradizionali,  evoca il fascino, i profumi e le atmosfere dell’isola del Mediterraneo.

Ph via

Ecco alcune ispirazioni  per riprodurre con personalità e gusto lo stile siciliano nelle nostre case.

Masseria D’Estia per Casantica
Photo Credit Benedetto Tarantino

Pietra, materiali naturali e le colorate maioliche sono sono i protagonisti principali della cucina.

Ph via Pinterest
“Villa sotto il Vulcano “Stromboli
Ph via Pinterest

 

Ph via Pinterest

 

Ph via Pinterest
Ph Villa Valguarnera
CreditSERENA ELLER

La produzione della ceramica in Sicilia ha tradizione secolare.

Le ceramica (vasellame, piatti, teste di Moro, pigne)  e le piastrelle di Caltagirone hanno storia millenaria e i loro  colori luminosi e caldi richiamano le atmosfere soleggiate dell’isola.

Coppe e pesci decorativi prodotto artigianalmente, con decori e dettagli fatti a mano nel pieno rispetto della tradizione delle ceramiche di Sicilia. Made in Italy Ceramiche Siciliane Ruggeri per Coin Casa

Ceramiche artistiche che raccontano tradizioni e leggende e ben si abbiano a tutti gli ambienti e arredi, dai più moderni e di design, ai più classici.

Ph living.corriere.it
via Pinterest

La cosiddetta ‘Testa di Moro’ è un’icona della tradizione ceramista siciliana. Un oggetto decorativo tipico dei buoni salotti siciliani capace di dare carattere a un balcone, o a un ambiente interno, simboleggiando il legame con la tradizione e l’amore per i manufatti artigianali.

Si tratta di  vasi ornamentali, che ritraggono un moro e una donna (la sua compagna) e non di rado hanno teste coronate adornate da fiori e frutti.

La loro origine risale ad una leggenda del 1100 di amore e gelosia.

Teste di Moro Arabesque Ceramiche Siciliane Ruggeri per Coin Casa prodotte artigianalmente, con decori e dettagli fatti a mano nel pieno rispetto della tradizione delle ceramiche di Sicilia. Made in Italy.

Le teste di Moro

Si narra che intorno all’anno 1000, in piena dominazione araba, nel quartiere Kalsa a Palermo, una giovane e bellissima ragazza passasse le sue giornate prendendosi cura dei fiori e delle piante del suo balcone. Un girno passò sotto il suo balcone un ragazzo, un moro, che vedendola ne rimase subito folgorato, innamorandosene perdutamente. La giovane, di fronte a cotanto sentimento non poté fare altro che rimanerne travolta a sua volta, dando il via a una bellissima storia d’amore.

Ciò che la giovane ignorava era che il suo amato moro possedesse già una moglie, che avesse dei figli al di là del mare, da cui doveva necessariamente tornare. Accecata dalla gelosia e dal dolore, a notte fonda, lo uccise nel sonno. Lo decapitò pere tenerlo sempre con sé e fece della sua testa un vaso dove all’interno pianto del basilico, la pianta dei re. Depose la testa sul suo balcone annaffiando ogni giorno con le sue lacrime l’odorosa pianta che crescendo destò la curiosità dei suoi vicini, che pervasi dal forte profumo del basilico e guardando con invidia la pianta che maturava in quel particolare vaso a forma di testa di moro si fecero realizzare vasi a forma di testa in ceramica.

Teste di moro Siciliane in Ceramica di Caltagirone realizzate a mano da Sicilia Bedda Capaci

 

Stefania Boemi, Teste

Vasi in terracotta antropomorfi della collezione Teste, di Stefania Boemi che con la sua maestria artigiana fa rinascere le tradizionali teste di moro come creazioni artistiche pienamente contemporanee.

Creazioni estremamente versatili: possono essere utilizzate come vasi per piante e fiori, centrotavola o esibiti come esclusivi oggetti d’arte.

Ti è piaciuto questo post?

Condividilo sui tuoi canali social usando uno dei tasti qui sotto e seguimi  su Instagram , Facebook e Pinterest.

*Questo post contiene link affiliati

Immagine in evidenza via

 

Inoltre vi consiglio di leggere...

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. Required fields are marked *