Lo strudel di mele è un fragrante dolce altoatesino di pasta arrotolata ripiena di mele, pinoli uvetta e cannella.

Si tratta di un dolce antichissimo con origini mediorientali ; la ricetta risale addirittura al VIII secolo a.C., ovvero al tempo degli Assiri.

Deriva dalla Baklava turca, dolce di pasta sfogliata, pasta fillo , ripieno di frutta secca, miele , zucchero e succo di limone, spezie e acqua di rose.

Con l’espansione dell’Impero Ottomano e successivamente con l’Impero Austro-Ungarico, questo dolce si diffuse in tutto il regno, fino anche al nostro Alto Adige.

Un dolce fresco e goloso perfetto per la colazione  o come dessert a fine pasto soprattutto se accompagnato con del gelato alla vaniglia o con la panna.

 Ideale merenda dopo una camminata in montagna o una scampagnata in bicicletta.

strudel

In Alto  Adige ogni famiglia ha la propria ricetta tradizionale che prevede l’impiego, oltre alle mele, di uvetta, zucchero, pangrattato, pinoli, noci e spezie. Le principali differenze riguardano la pasta: lo strudel può infatti essere preparato con la cosiddetta pasta da strudel, molto sottile, con la pasta frolla o con la pasta tirata a sfoglia.

Vediamo assieme la ricetta tipica dello strudel preparato con morbida pasta sfoglia e mele maturate al sole.

Ingredienti per quattro persone.

Impasto d’acqua e farina:

  • 400 g di farina
  • 50 g di burro
  • 250 ml d’acqua
  • sale
  • 1 C di succo di limone

Impasto di burro e farina:

  • 450 g di burro
  • 100 g di farina
  • 4 mele di media grandezza
  • 1/2 limone, il succo
  • 2 C di rum
  • 1 presa di scorza di limone grattugiata
  • 50 g di pane grattugiato e leggermente abbrustolito nel burro
  • 20 g d’uva sultanina
  • 10 g di pinoli
  • 1 presa di cannella
  • 60 g di zucchero
  • burro fuso per spennellare lo strudel

Per l’impasto d’acqua e farina impastare la farina, il burro, l’acqua, il sale ed il succo di limone fino ad ottenere una pasta liscia, modellare una sfera e farla riposare coperta per 20 minuti. Per l’impasto di burro e farina impastare questi due ingredienti, modellare un parallelepido e disporlo per l’uso. Stendere l’impasto d’acqua e farina, disporvi al centro il parallelepipedo di burro, stendere i due impasti con il matarello fino ad ottenere un rettangolo spesso 2 cm. Ripiegare la pasta con un giro semplice (ripiegare un terzo della pasta verso il centro del rettangolo e ricoprirlo con il terzo posto all’altra estremità) e farla riposare avvolta in una pellicola trasparente per 20 minuti in frigorifero. Stendere nouovamente la pasta in modo da ottenere un rettangolo e questa volta ripiegarla con un giro doppio (i due quarti posti alle estremità del rettangolo vengono ripiegati verso l’interno e poi fatti combaciare) prima di metterla nuovamente in frigorifero per altri 20 minuti, avvolti in una pellicola trasparente. Ripiegare ancora la pasta con un giro doppio e alla fine con un giro semplice, disporla quindi all’uso previsto. Sbucciare le mele, tagliarle a fettine e marinarle col succo di limone, il rum e la scorza di limone. Stendere la pasta tirata su un panno infarinato e lavorarlo con le mani fino ad ottenere una sfoglia sottilissima. Cospargere un terzo della pasta con il pane grattugiato, adgiarvi le mele e cospargere con gli altri ingredienti (uva sultanina, pinoli, cannella e zucchero). Spennellare il resto della pasta con il ripieno e disporla su una teglia imburrata. Spennellare la superficie dello strudel col burro e coucere in forno.
Temperatura di cottura: 180 gradi, tempo di cottura: 35 minuti. (Fonte: “Cucinare nelle dolomiti” H. Gasteiger, G. Wieser, H. Bachmann)

Ricetta presa dal sito ufficiale Südtirol

apfel strudel

Una spolverata di zucchero a velo rende il dolce molto invitante.

Gustatelo al meglio ancora caldo, appena sfornato con un buon bicchiere di vino da dessert altoatesino.

FirmaFellinSMALL

0
 

Inoltre vi consiglio di leggere...

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. Required fields are marked *