Charme and More per augurare a tutti un felice e sereno periodo natalizio oggi ospita sul blog Guido Amedeo Ghiara di La soffitta magica di GA  con un racconto natalizio.

Miracolo di Natale

Tanto tempo fa, il Natale era alle porte nel quartiere di Nottig Hill dove viveva una coppia di neosposini, Albert e Diana. 

Lei aveva pensato agli addobbi di tutta la casa. L’albero era pieno di palle di cristallo e fiocchi di neve di Swarovski.  

The Christmas tree at Ven, a grand country house in Somerset, is traditionally decorated with candles and white and gold decorations. MICHAEL SINCLAIR
Ph MICHAEL SINCLAIR

I biscotti erano in forno e inondavano ogni stanza del loro profumo. Era l‘antivigilia ormai e, come ogni anno, Diana avrebbe portato i biscotti e dolcetti preparati da lei al circolo dove si radunavano tutti i poveri del quartiere.

Ph via
Ph via
Ph via
Ph via

Albert invece era sempre oberato dal lavoro, ma appena poté andò da Tiffany per fare una sorpresa alla sua amata. 

Diana, dopo il giro al circolo, era andata in chiesa per organizzare il coro di Natale. Da tempo desiderava tanto un bambino, spesso passava davanti alle vetrine e si fermava con il cuore pieno di desiderio e malinconia ad ammirare i giocattoli e i completini natalizi. 

Ogni Natale desiderava che Babbo Natale le regalasse un bel bambino.

Mentre tornava a casa si scontró con una ragazza. 

“Oh, scusami tanto! Che sbadata…“ disse Diana. 

“Di niente, figurati! È colpa mia“ rispose Abigail. 

“Be’, piacere, io sono Diana, e tu ?”

“Abigail, sono nuova del quartiere, vengo da Los Angeles “. 

Si scambiarono un sorriso, poi si voltarono proseguendo per la loro strada. Ad un tratto, Diana si voltò dicendo: “Abigail, ho dei biscotti pronti a casa mia, potresti venire a bere una cioccolata calda, mio marito non sarà di ritorno prima delle 21, quindi avremmo tutto il tempo per conoscerci meglio“. Abigail accettó di buon grado. Le due parlarono e risero come se si conoscessero da secoli.

 “Diana, qual è il tuo desiderio per queste feste? “ chiese Abigail.

“Io e mio marito desideriamo un bimbo, quindi spero che Babbo Natale quest’anno ce ne porti uno. Tu invece cosa vorresti?”

Abigail sorrise, poi rispose: “Che le persone ritrovino lo spirito del Natale. E poi spero di trovare l’amore.“ 

Diana sorrise.

Abigail posó la tazza e promise a Diana che si sarebbero viste sicuramente prima di Natale. Ormai era nata un’amicizia. 

Abigail in realtà era un angelo del Natale e aveva visto il cuore puro di Diana, così decise di esaudire il desiderio della nuova amica, soffiando si di lei un po’ di polverina magica prima di andarsene. Albert tornó a casa e bació felice Diana. Finalmente il giorno dopo non sarebbe dovuto andare a lavoro e avrebbe potuto dedicare il tempo a sua moglie per tutte  le festività natalizie. 

“Oggi ho conosciuto una ragazza molto simpatica, si chiama Abigail, viene da Los Angels. Credo diventeremo buone amiche“ e così dicendo, Diana si mise a letto accanto ad Albert. La mattina dopo si svegliò con una grande nausea e decise di fare il test di gravidanza che si rivelò positivo. Diana sgranó gli occhi e corse subito a farsi vedere dalla ginecologa. Era tutto vero, era incinta di tre settimane.  Uscita dallo studio medico, Diana chiamò Abigail per avvertirla che il suo desiderio si era avverato. Quel giorno, aveva  la prova generale del coro di Natale della parrocchia e invitò Abigail a raggiungerla. 

Mentre tutti cantavano, Abigaik soffió una polverina magica di Natale perché chiunque ascoltasse quelle melodie ritrovasse lo spirito del Natale e la fede nei miracoli. 

Ph via
Ph via

Finite le prove, le due amiche si fermarono in una sala da tè in centro a mangiare biscotti al burro. Diana poi tornó a casa da suo marito e gli dette la lieta notizia.  

Nel frattempo in città si stavano svolgendo miracoli. Anche le persone più avare stavano facendo delle vere e proprie opere di generosità. La gente cantava per la strada e le vetrine splendevano e scintillavano come non mai. La polvere dei desideri di Abigail stava funzionando. Appena saputo del bimbo in arrivo, Albert tornò da Tiffany per cambiare il suo regalo con un bel Trilogy in diamanti e platino.  

La vigilia di Natale, quando Albert dette a Diana l‘anello, lei splendeva di gioia e andarono insieme alla messa di mezzanotte. 

Ma Diana, con suo dispiacere, non incontrò Abigail, come invece sperava. Tornando a casa, trovó sotto l‘albero un pacchettino  con legata sopra una piuma dorata e un biglietto con su scritto:

Cara Diana, mi è dispiaciuto non poterti salutare, ma la mia missione terrena per quest’ anno è stata portata a termine e sono dovuta tornare nel regno di Babbo Natale al Polo Nord! Spero di trovarti il prossimo anno e magari potrò conoscere il tuo bimbo. Continua a essere come sei e continua a credere nei miracoli di Natale. 

Tua amica per sempre, 

Abigail 

Ph via
Ph via

Ps: ti ho lasciato 2  regalini, la piuma delle mie ali è incantata e quando sentirai che lo Spirito del Natale verrà a mancare in te, ti basterà sfregarla e questo tornerà a splendere. Il carillon  è per il tuo bambino, manterrà vivo in lui lo spirito del Natale per sempre. È un piccolo dono dalla zia Abigail. 

Diana chiuse il  biglietto, si affacciò alla finestra e disse: “ Oh, guarda, la neve.“ rimase per ore seduta sul divano con Albert ad ammirare le luci dell’ albero e la neve che scendeva. 

Ph via
Ph via

Abigail le aveva regalato un Natale davvero meraviglioso. 

Da allora, Diana, Alberto e i loro figli potarono per tutto l‘anno nel cuore la magia del Natale. 

Ph via
Ph via

Bisogna mantenere sempre un po’ di fanciullezza nel nostro cuore, solo in questo modo potremo continuare a stupirci per i miracoli che ci regala il Natale. Dopo tutto, come  dice  sempre la zia Abigail, esprimi un desiderio, è Natale! 

Ph in evidenza 

 

Inoltre vi consiglio di leggere...

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. Required fields are marked *