In questo periodo, a causa di COVID-19, stiamo trascorrendo tanto tempo in casa e non è possibile immergersi nella natura, per camminare nel bosco o per una passeggiata in riva al lago, ecc.

Perché non portare la natura in casa creando degli angoli verdi che danno vita e colore agli ambienti domestici?

Le piante da interni creano un’atmosfera accogliente, confortevole e rilassante e trasmettono tranquillità e benessere.

Ecco alcune ispirazioni per arredare in stile Jungle e portare in casa una ventata d’aria fresca e un’atmosfera lussureggiante e selvaggia.

Per rendere unici i tuoi interni esistono tanti tipi di piante da scegliere sulla base del livello di luminosità dell’appartamento e del tempo che si ha a disposizione per poterle curare.

Ph via

La Kenzia è una palma sempreverde perfetta per gli ambienti luminosi e di grandi dimensioni.

Ph via

Ph via alt dk

Ph via Stephanie Zwicky

Le piante oversize sono il trend del verde indoor.

Ne esistono di diverse specie e varietà: alocasia, ficus lyrata, monstera deliciosa e filodendro perfette per creare una verdissima giungla domestica.

Ph via

Luce naturale e tanto verde per avere in casa un’oasi green tutto l’anno.

Ph via

Altri tipi di piante resistenti, che richiedono poche attenzioni e adatte all’ambiente domestico sono la Sansevieria, più nota come Lingua di suocera, il Ficus Elastica Abidjan, noto come Rubber Higura, la Planta ZZ.

Ph via
Ph via

Le piante grasse sono ideali per chi non ha molto tempo da dedicare alla cura delle piante e affascinano con il loro aspetto evocativo, che rimanda ai deserti americani e africani o agli scogli del mediterraneo.

Si tratta di piante che hanno grandissime capacità di adattamento e non richiedono annaffiature costanti o potature. Sono pur sempre di organismi viventi, però, e anche per loro bisognerà fare attenzione ad assicurargli le migliori condizioni ambientali, affinché prosperino come sperato.

Ti è piaciuto questo post?

Condividilo sui tuoi canali social usando uno dei tasti qui sotto e seguimi  su Instagram , Facebook e Pinterest.

 
 
 
*Questo post contiene link affiliati
 

Inoltre vi consiglio di leggere...

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. Required fields are marked *