Le storie di colore di questa settimana sono ispirate al colore della natura; il verde.

Dopo essere stati forzati a trascorrere molto tempo in casa, a causa del lockdown e della pandemia, siamo tornati ad apprezzare il potere cha ha la natura di farci star bene e rigenerarci.

La nostra connessione con la natura non è mai stata così forte, come in questo periodo.

L’amore per la natura ispira il design biofilico che permette di coniugare l’ambiente urbano con la natura, portandone i benefici fra le mura di casa.

Ph. via

Biofilia significa “amore per la vita” o “gli esseri viventi”

Negli anni ’80 il biologo statunitense Edward Wilson ipotizzò che gli esseri umani hanno un bisogno genetico di sentirsi in armonia con la natura. Partendo da questo concetto Stephen R. Kellert, professore di ecologia sociale, coniò l’espressione “design biofilico” insieme al suo gruppo di ricercatori, per esprimere la connessione degli esseri umani con la natura negli ambienti artificiali.

La natura ispira la progettazione degli spazi e il design biofilico sarà uno dei trend principali del 2022.

Ph. via

Una tendenza che porterà l’esterno all’interno degli ambienti con l’utilizzo di piante, illuminazione naturale, materiali naturali (legno, terracotta, rattan, tessuti grezzi) e di tonalità verdi.

Ph via @debitreloar

Dal salvia al menta.

Il verde nelle sue sfumature più polverose e pastello, o vibrante nelle nuances più brillanti o profonde si adatta agli interior di tutti gli stili.

Che si tratti del colore delle pareti, della carta da parati, del divano, dei tessuti, dei complementi d’arredo e oggetti decorativi, lo scopo sarà quello di creare ambienti rilassanti, sereni in connessione e in armonia con la natura.

Ph. via Lou @fig_tart 

Carta da parati di AQLAB

Leggeri tessuti naturali e le moderne carte da parati, decorate con motivi naturali, floreali e vegetali, colorano le pareti con le nuance del verde.

Foto in evidenza via Pinterest

Vi è piaciuto questo post?

Condividetelo sui vostri canali social usando uno dei tasti qui sotto e seguitemi su Instagram, Facebook e Pinterest.

*Questo post contiene link affiliati.

0
 

Inoltre vi consiglio di leggere...

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. Required fields are marked *